fbpx

Come digitalizzare le piccole attività senza stravolgerle

Be Local è un progetto digitale che propone una soluzione efficace per rendere più competitivi i piccoli commercianti permettendo loro di vendere on-line in modo semplice e immediato.

Per uscire da una crisi sanitaria ed economica senza precedenti c’è bisogno di idee coraggiose. Be Local ha tutte le caratteristiche per essere uno strumento utile in questi tempi incerti. Il nome ha il sapore di un invito, di un monito: c’è bisogno di “essere locali” (tanto per tradurre alla lettera), di tornare a guardare con attenzione alle piccole attività di quartiere. C’è anche necessità che i piccoli commercianti facciano un piccolo sforzo di digitalizzazione del proprio negozio per andare incontro alle nuove abitudini di acquisto. Queste due esigenze si incontrano in Be Local, il marketplace delle attività locali: un progetto sviluppato per trovare un punto di contatto tra clienti e attività oltre il muro del distanziamento sociale, ma che guarda anche al futuro quando la pandemia sarà finita. Non è un caso che anche Confcommercio Bologna supporti l’iniziativa avendo trovato nell’approccio innovativo di Be Local una chiave di volta per una ripartenza economica più rapida e sostenuta. 

Un’app per tutti: dai negozianti ai professionisti

Be Local  è pensata per qualsiasi tipo di attività dalla vendita al dettaglio passando per la ristorazione fino ad arrivare al settore dei professionisti e dei servizi. Per i titolari di un’attività è facile aderire, creare il proprio negozio, caricare i prodotti e gestire la rete di distribuzione. Dal lato utente è ancora più semplice ordinare, salvare i propri negozi preferiti e tracciare gli ordini. Una delle funzionalità più interessanti riguarda la possibilità di utilizzare l’app anche come menù del ristorante per visionare e ordinare le pietanze direttamente in loco. 

Tutto si gioca sul terreno del web, l’arma in più per i commercianti è in una semplice app, ma il vero segreto per vincere la sfida resta il rapporto umano tra cliente e commerciante. A sottolineare questo aspetto è Gerry Balestrieri, co-fondatore di Be Internet, agenzia web bolognese che ha sviluppato il progetto:

“Con Be Local semplifichiamo il passaggio da negozio fisico a store on-line in pochi step, ma allo stesso tempo non virtualizziamo completamente l’esperienza di acquisto. La nostra app per funzionare ha bisogno di relazioni vere, di una presenza fisica sul territorio. Deve essere una rete nel vero senso della parola”. 

Non a caso su Be Local è possibile anche ritirare i propri prodotti direttamente in negozio dopo averli ordinati, prenotare appuntamenti o semplicemente interfacciarsi con il commerciante o il professionista per chiedere informazioni. Le relazioni sono al centro, il digitale è semplicemente lo strumento che le facilita.

A questo proposito Luigi Greco, altro co-fondatore di Be Internet, aggiunge uno spunto interessante di riflessione:

“Be Local rappresenta una grande sfida: realizzare finalmente una rete commerciale a km 0 in grado di competere con i grandi colossi dello shopping on-line”

Parole che sono più di un auspicio se confrontate con le tendenze di acquisto registrate a Natale 2020. Il boom degli e-commerce (940 miliardi di dollari in tutto il mondo, + 30% rispetto al 2019)  ha portato non solo benefici ai grandi player ma anche grandi problemi sul lato logistico e dell’efficienza delle consegne. Troppe richieste tutte insieme hanno finito con il danneggiare l’aspetto più caro a qualsiasi consumatore: l’affidabilità. La grande fatica nel mantenere la disponibilità dei prodotti e nel rispettare le finestre di consegna abituali, hanno modificato la lista delle priorità dei consumatori che ora guardano ancora più attentamente alla disponibilità, ai tempi di spedizione e alla consegna dei prodotti. La cieca frenesia iniziale ha lasciato il passo a delle abitudini di acquisto più consapevoli. 

Ecco tornare alla ribalta i piccoli commercianti, che da sempre possono offrire un’esperienza di acquisto unica fatta di rapporti diretti con il cliente, vicinanza, attenzione e una profonda conoscenza del prodotto. La nuova tendenza premia il commercio locale che ha saputo adattarsi e innovarsi. L’evoluzione on-line di tanti artigiani, negozianti e professionisti in questi mesi sta dando i suoi frutti: Be Local, ad esempio, sta registrando trend positivi sia per quanto riguarda le affiliazioni, sia per quanto riguarda gli acquisti effettuati all’interno del marketplace dimostrando che c’è e ci sarà sempre più spazio in futuro per un nuovo modo di vendere e comprare. L’attenzione dei consumatori si sta spostando di nuovo verso chi c’è da sempre e ha saputo cambiare in meglio, offrendo un’altra esperienza di acquisto che non si sostituisce all’originale, ma che al contrario la integra.

Torna alla mente l’antico mito di Davide contro Golia, questa volta senza armi, ma con mascherine e smartphone. Le battaglie si vincono soprattutto con l’ingegno, quasi mai con la forza. Questa volta ce lo auguriamo più che mai. 

Altri Articoli

Domande frequenti

Tutte le attività, veramente tutte. Alimentari, negozi di abbigliamento, articoli sportivi, ristoranti e bar, fiorai, ferramenta, farmacie, attività di servizi. Se vendi qualcosa di legale, qualsiasi essa sia, puoi essere dei nostri

Aderire a Be Local è semplicissimo: accedi al nostro sito qui, richiedi un account inserendo i tuoi dati e in pochi secondi avrai sullo schermo il tuo negozio on-line. Riceverai una mail con tutte le indicazioni necessarie su come procedere. Sarà come avere un negozio in più, ma sul web. Se hai bisogno di altre informazioni lascia pure i tuoi dati in questo form e verrai ricontattato dalla nostra assistenza.

L’adesione costa solo 3€ al giorno. Non ci sono quote mensili o commissioni sulle vendite e se dovrai chiudere l’attività per motivi di sicurezza sanitaria non ci devi nulla. In più abbiamo previsto dei mesi gratuiti per i primi aderenti. 

Non ci sono vincoli, puoi restare quanto vuoi. Noi ci auguriamo il più a lungo possibile. In più sei libero di rescindere in qualsiasi momento. 

Praticamente nessuna. Basta solo saper accendere il computer o lo smartphone e collegarsi a internet. Be Local è pensata per essere semplice e intuitiva. Se qualcosa non è chiaro c’è sempre il nostro Centro Assistenza a tua disposizione, non ti devi preoccupare.

No, non è assolutamente necessario. Basta collegarsi al sito web dell’applicazione, inserire le tue credenziali e sarà tutto a tua disposizione.

No, Be Local nasce per mettere facilmente in rete i commercianti e facilitare l’acquisto da parte degli utente. Per questo puoi organizzarti come meglio credi. Puoi decidere in base alle tue esigenze se garantire delivery o asporto.

Certo. Puoi gestire i tuoi prodotti, gli sconti, le promozioni e le offerte come meglio credi. Il tuo negozio è sempre lo stesso, solo che con Be Local avrai una vetrina on-line per comunicare.

Più che sicuri. A Be Local non sfugge nulla perché i pagamenti sono controllati e certificati da rigidi protocolli internazionali.

Logo Be Local completo

Richiedi l'attivazione gratuita per 3 mesi   ➡️